Quarta Edizione di “SalerNoir Festival Le notti di Barliario”


Parte oggi la Quarta Edizione di “SalerNoir Festival Le notti di Barliario”, iniziativa ideata e promossa dall’Associazione Porto delle Nebbie, con la collaborazione e il sostegno istituzionale di Fondazione Carisal, Comune di Salerno e Fondazione Copernico.

Tre giorni, dall’1 al 3 marzo, ricchi di eventi, reading letterari, premiazioni, dibattiti e talk show.

GIOVED1’ 1 MARZO

Si comincia alle 10:30, di questa mattina 1 marzo, all’Università di Salerno (Campus di Fisciano), con un seminario di studi organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili dell’ateneo salernitano. Il tema: “Tutti i linguaggi del noir: per una lettura trasversale della modernità criminale”.

I lavori saranno introdotti dai professori Gino Frezza e Stefania Leone, del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, e saranno incentrati sulle relazioni di Elio Goka, Mario Tirino, Alfonso Amendola e Leonardo Cantone. Previsti poi gli interventi di Sergio Brancato e Luca Crovi, rispettivamente sceneggiatore ed editor di Bonelli Editore, e di Biagio Proietti, storico sceneggiatore della Rai. Coordina Massimiliano Amato. Nell’occasione, sarà presentato il volume collettaneo “Rendez vous in black – Fenomenologia del noir come cultura intermediale”, pubblicato per i tipi di D&P Edizioni, con saggi di Amato, Amendola, Cantone, Goka, Tirino.

 Alle 19:30, al Teatro Augusteo, in via Roma a Salerno, apertura ufficiale della IV edizione del SalerNoir Festival – le Notti di Barliario, con gli interventi del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, del presidente della Fondazione Carisal Alfonso Cantarella, e di Piera Carlomagno presidente dell’Associazione Porto delle Nebbie. 

Seguirà la presentazione, in anteprima nazionale, de “La condanna del sangue”, il secondo fumetto della Sergio Bonelli Editori tratto dalla saga del commissario Luigi Ricciardi. Parteciperà Maurizio de Giovanni, Michele Masiero direttore editoriale di Sergio Bonelli Editore, Luca Crovi curatore della serie, Lucilla Stellato, salernitana, disegnatrice delle tavole, e Sergio Brancato, sceneggiatore dell’albo a fumetti. Ospite Diego De Silva.


VENERDI’ 2 MARZO

La rassegna entra nel vivo, con il primo appuntamento riservato alle scuole. Alle 9:00, al Tempio di Pomona, in via Duomo, lo scrittore torinese Enrico Pandiani incontra gli studenti del Liceo Classico “Torquato Tasso” di Salerno su “Gli investigatori irregolari: chi sono, come nascono e perché”. Segue: Tre passi nel… giallo, giallo storico e noir, rispettivamente con Rocco Papa, Carmine Mari e Tina Cacciaglia. La prima parte della giornata sarà chiusa da una visita guidata nel Convento di San Michele, con il racconto della storia di Barliario a cura di Carmine Mari e Brunella Caputo.

Nel pomeriggio si torna al Tempio di Pomona, con tre incontri con gli autori ospiti del Festival. Il primo, “Il profumo della giustizia”, inizierà alle 18:00 e avrà per protagonisti Tina Cacciaglia, Gian Luca Campagna e Massimo Torre e i loro ultimi romanzi, presentati da Rocco Papa e Erminia Pellecchia. Alle 19:00, “Chi c’è nel mirino”: presentazione, a cura di Giusy Giulianini, delle ultime opere di Roberto Centazzo, Paolo Foschi, Mariano Sabatini. Alle 20:00, Massimiliano Amato parlerà de “L’estate torrida di Mordenti e Canessa” con Enrico Pandiani e Roberto Perrone.

Alle 22:00, al teatro del Giullare di via M. Incagliati, CineNoir, talk show sul cinema “nero” con Alfonso Amendola e Marcello Ravveduto e omaggio (con proiezione) a uno dei capolavori del poliziottesco all’italiana: “Milano Calibro 9”, film del 1972 del maestro Fernando Di Leo, tratto da una raccolta di racconti di Giorgio Scerbanenco.


SABATO 3 MARZO

La giornata conclusiva del Festival si apre alle 9:00 con l’incontro tra lo scrittore Bruno Morchio e gli studenti del Liceo Classico “Francesco De Sanctis” di Salerno, sul tema “L’investigatore psicologo, quando chi indaga ne sa qualcosa in più”. Gli studenti muoveranno tre passi nel giallo con Piera Carlomagno, nel thriller con Antonio Lanzetta, nel noir con Letizia Vicidomini. A seguire, nuova visita guidata al Convento di San Michele con il racconto della storia di Barliario, a cura di Brunella Caputo e Carmine Mari.

Pomeriggio e serata dedicati alle premiazioni. Alle 16:00, nel Tempio di Pomona, sarà proclamato il vincitore del Premio Barliario per le Scuole. Alle 17:00, Massimiliano Amato e Gian Luca Campagna consegneranno ad Andrea G. Pinketts il Premio Attilio Veraldi alla carriera, istituito l’anno scorso per rendere omaggio al grande maestro napoletano del noir, capostipite della “scuola dei duri”. A seguire, a Luigi Schettini il Premio Amici della Fondazione Menna. Alle 18:00, “Viaggio nelle città oscure: Bari, Bologna, Padova e Pescara”, avrà per protagonisti Angela Capobianchi, Gabriella Genisi e Fabio Mundadori, presentati da Stefania De Martino e Alfonso Sarno. Alle 19:00, il viaggio prosegue con Genova e Milano, raccontate da Bruno Morchio e Paolo Roversi. Presenta Marcello Ravveduto.

Alle 20:00 saranno assegnati tre Premi speciali della Giuria nell’ambito del Concorso Letterario Nazionale a Luigi Romolo Carrino, Alessandra Pepino e Massimiliano Smeriglio. Presenta Brunella Caputo.

Il vincitore assoluto dell’Edizione 2018 del SalerNoir Festival – Le Notti di Barliario sarà proclamato ufficialmente alle 21:00, scelto da una giuria composta dai professori universitari Alfonso Amendola e Alfonso Conte, dalla giornalista Carla Errico, dal magistrato Umberto Zampoli e dalla criminologa Elena Rossi, tra una rosa di tre finalisti composta da Roberto Carboni, Antonio Fusco e Piergiorgio Pulixi. A premiare il primo classificato sarà la presidente dell’Associazione Porto delle Nebbie, Piera Carlomagno.

Venerdì 2 e sabato 3 marzo, chi parteciperà agli eventi in programma nel Tempio di Pomona potrà visitare la mostra fotografica “Dodici Nere” del maestro Armando Cerzosimo.

I reading sono a cura di Brunella Caputo, con Teresa Di Florio, Amelia Imparato, Mimma Virtuoso.


SPONSOR E COLLABORAZIONI

Sponsor della manifestazione sono il Pastificio Antonio Amato, la Banca MontePruno, le Arti Grafiche Cecom, la Floor Italia Ceramiche, la Miutifin, la De Cesare Viaggi, l’Osteria Canali, Fabrica, Public House.

Hanno collaborato con Porto delle Nebbie: l’Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili dell’Università di Salerno, le associazioni Khorakhane, Amici della Fondazione Menna e Congrega Letteraria, i Concerti d’Estate di Villa Guariglia. Le librerie che supporteranno il festival sono La Feltrinelli di Salerno, la Nuova Libreria Internazionale, Imagine’s Book e Mondadori Bookstore di Salerno.