Il progetto del valore complessivo di 600mila euro, è stato selezionato nel 2018 dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, insieme ad altri 85 in tutta Italia tra più di 800 presentati sul bando Adolescenza 2016.

“Panthakù. Educare Dappertutto” vede il coinvolgimento di 24 realtà partner tra pubblici e privati, e prevede tra gli elementi più innovativi, un approccio relazionale, sistemico e intersettoriale che vede protagonisti gli alunni di 4 scuole secondarie di I° grado di Salerno, Santa Maria Capua Vetere (CE) e Castellammare di Stabia (NA), i loro insegnanti, le loro famiglie e le intere comunità dove vivono.

L’obiettivo è la lotta alla povertà educativa e alla dispersione scolastica in Campania, attraverso una serie di interventi integrati che grazie alla promozione di una comunità educante, metteranno al centro la scuola, i ragazzi e le famiglie.

Il progetto della durata di tre anni ha preso avvio il 27 settembre 2018 (A causa della crisi pandemica, le attività proseguiranno fino al 22 giugno 2022). L’intervento si concentrerà su tre territori: Salerno, Santa Maria Capua Vetere (CE) e Castellammare di Stabia (NA).  

I beneficiari degli interventi saranno: almeno 500 adolescenti tra gli 11 e i 14 anni di età che frequentano le scuole secondarie di I° grado coinvolte nel progetto: Calcedonia e Rita Levi Montalcini di Salerno, IC Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere (CE) e IC Denza di Castellammare di Stabia (NA), almeno 80 insegnanti e almeno 600 nuclei familiari.

L’impianto progettuale poggia sulla logica delle reti territoriali costruite intorno alla scuola, elemento catalizzatore dell’intero processo relazionale (Community Hub), trasformando la comunità da educata a ‘comunità educante‘ e solidale.

Al centro dell’iniziativa l’acquisizione per i docenti di competenze innovative e di tecniche di educazione non formale, utili nella relazione con i ragazzi e nella didattica, l’educazione peer to peer, l’orientamento  nelle scelte del percorso educativo e formativo, e opportunità educative offerte ai ragazzi per l’emersione dei loro talenti, la costituzione di un’associazione di genitori (sostituita da Comitati Scolastici Territoriali) in grado di fare ‘rete’.

Tra le azioni in programma ci sono: 9 open day di presentazione dei laboratori educativi per ciascun territorio aperti alle famiglie; 20 incontri con personalità del mondo dello sport, dello spettacolo e dell’imprenditoria locale; 3 spettacoli di teatro e danza, la web radio costruita nei contenuti e realizzata interamente dai ragazzi, 9 percorsi didattico-narrativi sull’importanza delle emozioni e delle relazioni, 40 incontri di ‘in-formazione’ per genitori e ragazzi sull’importanza dello sport, il gioco di squadra, le regole, la disciplina, i valori fondanti e le ricadute positive;  attività sportive con corsi di pattinaggio, pallavolo, pallacanestro, calcio, ippica, tennis/da tavolo, arti marziali e corsa per l’avvio alla pratica sportiva di 60 ragazzi e la costituzione di 3 squadre (pallavolo, calcio e pallanuoto) diventeranno ‘Social Team’; 10 percorsi teatrali per ragazzi di Santa Maria Capua Vetere e di Salerno, cui si aggiungono 5 percorsi di conoscenza di corpo e danza per 125 ragazzi salernitani, 2 percorsi sulla conoscenza del mondo dello spettacolo e dell’industria culturale per 90 ragazzi di Castellammare di Stabia; stages (300) presso artigiani e imprese locali; creazione di tre gruppi di mutuo aiuto permanenti per affrontare le problematiche genitori-figli con l’aiuto di una psicologa esperta; colloqui di counseling individuali (360) per adolescenti e genitori; disponibilità di social cards (100) del valore di 500 euro l’una, per i nuclei familiari più fragili.

Il progetto “Panthakù”  consentirà di fruire di un punto di assistenza CAF per i nuclei familiari particolarmente fragili sui tre territori comunali;  realizzerà interventi a sostegno della genitorialità che culmineranno con la costituzione di Comitati Scolastici Territoriali in luogo di un’associazione di genitori inizialmente prevista. 

Sono partner di progetto, con Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini capofila: Comune di Salerno, Comune di Castellammare di Stabia (NA), Comune di S.Maria Capua Vetere (CE), IC Calcedonia e IC Rita Levi Montalcini di Salerno, IC Denza di Castellammare di Stabia, IC Principe di Piemonte di S.Maria Capua Vetere, Human Foundation, Fondazione Carisal – Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, ACLI – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani di Salerno, Associazione Vela Centro Servizi Sociali, Associazione Campania Danza, Associazione Culturale Saremo Alberi – Libroteca, Associazione Compagnia del Giullare, Associazione Culturale Funneco – Culture Hub, CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media
Impresa di Salerno, Napoli e Caserta, ASD Rari Nantes Nuoto Salerno, CSI – Centro Sportivo Italiano Comitati Provinciali di Salerno, Napoli e Caserta, Associazione Agape Fraterna Onlus, Associazione N. Casa Babylon Teatro.

Scopri le news
Comunicati stampa campi estivi 2021

Segui le attività sulla pagina facebook
https://www.facebook.com/groups/2165118676913519

Materiale e risultati progetto
Video finale del laboratorio Panthakù di teatro e danza degli alunni dell’IC Calcedonia e Montalcini di Salerno

Per informazioni:
Gabriella Monetta – Referente di progetto – Fondazione Carisal, partner – monetta@fondazionecarisal.it – 089 230645
Antonella Spadafora – Responsabile di progetto – Sede di Ai.Bi. Salerno – salerno@aibi.it – 366 3573590